Lascia un tuo commento!!!

lunedì 29 agosto 2011

Megafabbriche: Coca-Cola

Megafabbriche: Coca-Cola

È una delle bibite più famose al mondo. Scopriamo quali sono le diverse fasi di realizzazione di questo prodotto così amato e tentiamo di capire cosa rende così gustosa questa bevanda.
INFOWEB

La Coca-Cola (anche nota come Coke soprattutto negli Stati Uniti) è una bevanda industriale analcolica di tipo soft drink, alla quale il caramello che vi è contenuto conferisce un colore scuro.
La bibita deve il suo nome al fatto che nella sua ricetta sono impiegati, tra le altre sostanze, estratti provenienti dalle noci di cola ed estratti dalle foglie della pianta di coca, questi ultimi privati delle sostanze (alcaloidi) psicotrope.
Con lo stesso nome viene spesso indicata anche la casa produttrice della bevanda, The Coca-Cola Company.

Storia del prodotto
La "Coca-Cola" fu inventata dal farmacista statunitense John Stith Pemberton l'8 maggio 1886 ad Atlanta, inizialmente come rimedio per il mal di testa. Il primo nome che venne dato alla bevanda fu "Pemberton's French Wine Coca". Quella di Pemberton era una variazione del cosiddetto "vino di coca" (o Vin Mariani), una miscela di vino e foglie di coca che aveva avuto largo successo in Europa quando era stata creata dal farmacista còrso Angelo Mariani. All'alcol venne in seguito sostituito un estratto delle noci di cola, una pianta tropicale reputata non dannosa per la salute. Dall'uso combinato dei due ingredienti principali, la coca e la cola, la bibita acquisì il nome attuale. Quando anche la coca venne bandita (dalla pianta si estrae infatti la cocaina), venne scartato l'alcaloide dagli estratti dalle foglie di coca, mentre la cola (in noci) continuò a essere utilizzata come fonte di caffeina.
Nonostante la scoperta, Pemberton accumulò forti debiti e per appena 550 dollari vendette formula e diritti della Coca-Cola ad Asa Candler, uomo d'affari che aveva intuito il potenziale della bevanda e compreso l'importanza della pubblicità per diffonderla e per sbaragliare la concorrenza.
Dopo la quotazione in borsa dell'azienda nel 1919, la Coca-Cola iniziò la sua diffusione mondiale negli anni venti, trasformandosi in un 'business' di grandi dimensioni, gestito dalla The Coca-Cola Company con sede a New York, e che comprende ulteriori bibite (meglio note col nome di bevande gassate) quali la Fanta, la Sprite e altre.
Nel 1927 la Coca-Cola viene importata anche in Italia. Nel 1960 comparve la prima Coca-Cola in lattina, mentre nel 1980 anche quella in bottiglia PET.
La bibita è disponibile nella maggioranza dei luoghi di ristorazione del mondo, ed è la bevanda per eccellenza nei fast-food.
Il marchio è stato più volte indicato da numerose ricerche come il più conosciuto al mondo.La maggior rivale della Coca-Cola è la Pepsi, ma ne esistono moltissime imitazioni.
La Coca-Cola vanta diversi luoghi legati interamente al marchio, tra i quali un museo ad Atlanta, sede della compagnia, e alcuni negozi di merchandising, i World of Coca-Cola di New York e Las Vegas.

Logo
Il celebre logo della Coca-Cola fu creato con scarsa attenzione nel 1886 dal contabile dell'azienda, Frank Mason Robinson, che fece solo alcuni piccoli ritocchi alla scritta, utilizzando come base il carattere Spencerian Script, che in quel tempo, negli Stati Uniti era fra i più comuni e utilizzati. Si lega a questo logo una leggenda metropolitana che si è diffusa piuttosto rapidamente nel mondo: sembra che osservando la scritta Coca-Cola allo specchio sia possibile interpretare l'immagine come una frase in lingua araba che recherebbe un messaggio contro la cultura islamica, "No a Maometto, No alla Mecca".In realtà è improbabile che al momento della creazione di questo logo, quando ancora non esisteva la multinazionale The Coca-Cola Company e nessuno si sarebbe aspettato il successo a livello mondiale che la bevanda avrebbe riscosso, si pensasse di inserire un simile messaggio all'interno del celebre logo. Anche il Grand Mufti Sheik Nasser Farid Wassel, importante figura religiosa egiziana, ha commentato questi fatti facendo notare come questo marchio fu scritto in caratteri latini e non arabici più di un secolo fa; è dunque una voce che ha soltanto danneggiato la multinazionale, con un forte calo delle vendite registrato in alcuni paesi islamici.
Per il 100º anniversario della Coca-Cola, nel 1986 è stato creato in Cile, sul fianco di una montagna, il più grande logo Coca-Cola del mondo. Sono state utilizzate circa 70 000 bottiglie di Coca-Cola e la scritta risulta di circa 30 per 120 metri.

Design del contenitore
La Coca-Cola è famosa per i particolari contenitori che la rendono facilmente distinguibile rispetto alle altre confezioni di bevande analcoliche; in particolare, le frequenti variazioni promozionali nella decorazione delle lattine in presenza di eventi, quali il Natale o eventi sponsorizzati dalla bevanda, hanno reso queste ultime oggetto di collezionismo. Le bottiglie contour, comparse nel 1916, hanno una forma particolare con marchio registrato, probabilmente ispirata alle curve anatomiche dell'attrice Mae West che indossava il particolare abito aderente detto hobble skirt.
Il design del prototipo è stato ideato nel 1915 da Earl R. Dean, della Root Glass Company di Terre Haute, Indiana, che potrebbero essersi ispirati alla forma di un baccello di cacao.Il prototipo venne scartato perché inadatto alle macchine imbottigliatrici; tuttavia ispirò le forme della bottiglia definitiva che entrò in produzione nel 1916. Bottiglie similari, prima in vetro e poi in PET, sono state utilizzate anche dalla concorrente Pepsi, ma dalla forma significativamente diversa per non violare il copyright della The Coca-Cola Corporation.
La forma della famosa bottiglia di Coca Cola viene frequentemente utilizzata per descrivere la parte posteriore della carrozzeria di una vettura di Formula 1 che, vista dall'alto, assomiglia appunto alla famosa bottiglia.
 

Produzione
Le foglie della qualità Eritroxylum novogranatense, coltivate legalmente in Perù, sono poi esportate in New Jersey, dove la Stephan Chemical Company, sotto l'egida della DEA, l'ente antinarcotici statunitense, provvede a ottenere l'estratto aromatico privo della componente allucinogena, la cui produzione è interamente acquistata dalla The Coca-Cola Company;si tratterebbe dell'aroma denominato "7X" (o anche merchandise #7, ossia "aroma numero 7"), su cui l'azienda ha sempre mantenuto il più stretto riserbo. Comunque sia, la ricetta completa (e neanche la ricetta in parte) della Coca-Cola non è mai stata rivelata in modo ufficiale. È sicuramente cambiata più volte nel tempo, per allinearsi alle legislazioni nazionali dei vari paesi in cui viene prodotta e/o commercializzata; la formula viene quindi modificata in base al progresso di società e cultura, non esente da operazioni di cost saving, a partire dagli anni novanta.
La formula originale e segreta 7x della Coca-Cola, suppostamente selezionata dai libri di formule del suo inventore, John S. Pemberton, contiene i seguenti ingredienti fondamentali per ogni gallone (4,546 litri): 2.400 gr di zucchero in sufficiente acqua per scioglierlo, 37 gr di caramello, 3,1 gr caffei­na, 11 gr di acido fosforico, 1,1 gr di foglie di coca descocainizzate e 0,37 gr di noci di cola. Le istruzioni dicevano di mettere in ammollo le foglie di coca e le noci di cola in 22 gr di alcol al 20%, dopo di che filtrare e aggregare il liquido allo sciroppo. Dopo aggiungere: 30 gr di succo di lime, 19 gr di glicerina, 1,5 gr di estratto di vaniglia, 0,47 gr di essenza di arancia, 0,88 gr di essenza di limone, 0,07 gr di essenza di noce moscata, 0,20 gr di essenza di casi (cannella della Cina), una pizzico di essenza di coriandolo, un pizzico di essenza ricavata dai fiori d’arancio e 0,27 gr di essenza di lime. Per fabbricarla mescolare 4,9 gr. di alcol 95%, aggiungere 2,7 gr d’acqua e lasciar riposare 24 ore a 60 gradi Fahrenheit perché si separi lo strato torbido. Successivamente si filtra la parte chiara del liquido e si aggrega allo sciroppo. Aggiungere sufficiente acqua per preparare un gallone di sciroppo. Infine si mescola un’oncia di sciroppo con acqua carbonata per preparare 6,5 once di bibita.

Critiche
La Coca-Cola è stata oggetto nel tempo di critiche di vario genere. Le principali hanno per oggetto danni alla salute e il mancato rispetto di norme igieniche nelle fasi produttive;
I critici della Coca Cola sono a volte accusati di muoversi da posizioni ideologiche secondo logiche anti-imperialistiche e anti-globalizzazione.
STREAMING



domenica 28 agosto 2011

Deadliest Catch : Momenti di...

Deadliest Catch : Momenti di...


Per i pescatori, sconvolgenti salvataggi, litigi sul ponte e tempo estremo sono all'ordine del giorno. Ripercorriamo i momenti piu' difficili e pericolosi affrontati dalla flotta.

STREAMING

Deadliest Catch : Dietro Le Quinte

Deadliest Catch : Dietro Le Quinte


In questo speciale dietro le quinte un cameraman lotta contro un mal di mare potenzialmente letale, mentre un altro si trova a raccontare la storia della sua vita.

INFOWEB

Deadliest catch o Pesca estrema è un documentario/reality show prodotto per Discovery Channel. Ritrae gli eventi della vita reale a bordo di navi da pesca nel Mare di Bering durante la stagione di pesca del granchio reale dell'Alaska nella stagione autunnale (ottobre-novembre) e della granseola artica nella stagione invernale da gennaio a marzo. Deadliest Catch è andato in anteprima su Discovery Channel il 12 aprile 2005 ed è attualmente in onda in oltre 150 paesi. Le navi utilizzate per la pesca hanno come base il porto situato nelle isole Aleutine di Dutch Harbor (situato a Unalaska). La serie segue principalmente 4 pescherecci: la Cornelia Marie del capitano Phil Harris (19 dicembre 1956 - 9 febbraio 2010) su cui lavorano anche i figli Josh e Jake, la Time Bandit dei fratelli Hillstrand, Northwestern guidata dal Capitano Sig Hansen (a bordo lavorano anche i fratelli Norman e Edgar Hansen) e la Wizard del capitano Keith Colburn.

STREAMING


sabato 27 agosto 2011

Swords : Pesca In Alto Mare -S02- EPISODIO 7

Swords : Pesca In Alto Mare -S02-E07


2' Stagione Ep.7 - Le frustrazioni dell'equipaggio intralciano l'operato della Bjorn 2, Don decide di ricucirsi da solo la ferita alla testa e il Capitano Slick perde le staffe e viene degradato.

STREAMING

Swords : Pesca In Alto Mare -S02- EPISODIO 6

Swords : Pesca In Alto Mare -S02-E06


2' Stagione Ep.6 - Nel secondo viaggio sia la pesca che il tempo peggiorano. La Big Eye cerca acque tranquille ma il lavoro e' comunque rischioso, come scopre Don quando cade in mare.

STREAMING

Swords : Pesca In Alto Mare -S02- EPISODIO 5

Swords : Pesca In Alto Mare -S02-E05


2' Stagione Ep.5 - Linda attende la fine della tempesta in porto, il Capitano Scotty cerca di decidere se e' troppo pericoloso cercare di attraccare. In mare la tempesta causa problemi.

STREAMING

Swords : Pesca In Alto Mare -S02- EPISODIO 4

Swords : Pesca In Alto Mare -S02-E04


2' Stagione Ep.4 - La Big Eye supera la tempesta ma ora che arriva in porto non ha perso solo pesci. Slick perdona Lemy quando si trovano a corto di spazio per la quantita' del pescato.

STREAMING

Swords : Pesca In Alto Mare -S02- EPISODIO 3

Swords : Pesca In Alto Mare -S02-E03


2' Stagione Ep.3 - Sulla Frances Anne a causa dell'errore di un marinaio si rischia di perdere la pescata. Eagle Eye 2 difende il suo territorio e Chomps si azzuffa con un altro capitano.

STREAMING

Swords : Pesca In Alto Mare -S02- EPISODIO 2

Swords : Pesca In Alto Mare -S02-E02


2' Stagione Ep.2 - Slick inizia la pesca, il team del Capitano Linda e' colpito dalla sfortuna e gli squali irritano il Capitano Scotty ma non Lisa. Chomps ha dubbi su Grand Banks. 

STREAMING

Swords : Pesca In Alto Mare -S02- EPISODIO 1

Swords : Pesca In Alto Mare -S02-E01


2' Stagione Ep.1 - L'angolo di pesca del Capitano Scotty e' troppo affollato mentre Linda non si da' per vinta. Chomps ha problemi di soldi a causa della salute del fratello.


STREAMING

Swords : Pesca In Alto Mare -S02-

Swords : Pesca In Alto Mare - S02


Discovery Channel ci porta per un altra stagione nel mondo ad alto rischio della pesca con palamito nelle acque del New England, dove i pescatori mettono a repentaglio la vita per il loro lavoro.
“SWORDS: PESCA IN ALTO MARE” segue gli equipaggi di quattro imbarcazioni impegnate nell’affrontare le acque più pericolose del mondo e catturare il pesce spada. Nell’avventurosa pesca gli uomini possono portare a casa con un bottino di $20.000.
Le giornate di lavoro di 24 ore sono cosa comune e i capitani devono catturare pesci per migliaia di dollari solo per non subire perdite. Oltre al tempo inclemente e alla scarsità delle zone di pesca, gli equipaggi devono far fronte a guasti dei motori, squali e claustrofobia cercando al tempo stesso di catturare una quantità sufficiente di pesce.

EPISODI :


COMPLETA

giovedì 25 agosto 2011

Stan Lee's Superhumans 08

Stan Lee's Superhumans 08


Spiderman, X.men: chi non ha sognato anche solo una volta nella vita di essere al loro posto, di poter contare su qualche straordinario superpotere? Lo sa bene Stan Lee, la mente geniale dietro gli eroi della Marvel e film di successo capaci di ipnotizzare milioni di spettatori. E’ sua infatti la produzione di questo inusuale e curioso documentario in più puntate dedicato a gente fuori dal comune. Uomini che dicono di possedere poteri straordinari. A cercarli e mostrarceli sarà Daniel Browing-Smith, il vero elastic man.A quanto pare il nostro simpatico conduttore ha incontrato un uomo che afferma di poter volare e un altro che si dice immune all’elettricità. E questo è solo l’inizio!

Stan Lee's Superhumans 08

In questo episodio vedremo :

Anti-Venom
Tim Friede si è fatto in una cavia umana per permettere ad alcuni dei più letali serpenti del mondo per morderlo e registrare i risultati, in una missione per aiutare a ridurre i 20.000 morti che sono causate da morsi di serpente in tutto il mondo ogni anno. Tim ha ricevuto la sua prima età morso di serpente 5 da una giarrettiera serpente. Da quel momento ha sviluppato una passione per erpetologia, che è lo studio di rettili e anfibi. Tim lavora in una fattoria pitone a Fond Du Lac, Wisconsin. E 'qui che si inietta regolarmente veleno di serpente direttamente nel suo sangue. Egli sostiene anche di essere in grado di sopravvivere al morso letale del mamba nero, uno dei serpenti più velenosi al mondo.

Rubber Band Man
Garry Turner ha scoperto la sua straordinaria capacità di allungare la sua pelle quando aveva solo 4 anni. Suo zio fu così impressionato che lo avrebbe mostrare ai suoi amici, Garry guadagnandosi il titolo di "Rubber Band Man". In epoca vittoriana, sarebbe stato messo in un freak show, ma oggi abbiamo una migliore comprensione del perché la gente come Garry sono diversi. Garry ha una rara mutazione genetica nota come sindrome di Ehlers-Danlos, che altera il collagene modo in cui è strutturato nel suo corpo. Questo può influenzare le persone in molti modi diversi, ma in Garry, che gli ha dato il stretchiest pelle del pianeta.

Man of Steel
Dan Meyer viene da Alabama, dove regna come uno dei migliori mangiaspade spada nel mondo. Dan afferma che essere un mangiatore di spade non è un trucco di partito e che il segreto sta in realtà nella sua capacità sovrumana di controllare le risposte automatiche del suo corpo alla spada di essere spinto in gola. La sua esperienza pre-morte, quando ha bucato lo stomaco durante l'ingestione sette spade in una volta, ha dimostrato cosa succede quando si perde il controllo su questi muscoli. Dan dice che lui è in grado di deglutire rasoi da 15 pollici, decespugliatori e lame ricurve che anche gomitata il suo cuore fuori strada mentre passano vicino. Daniel Dan indaga il corpo per vedere che cosa regola questo uomo a parte.

Rocket Man
Yves Rossey sostiene di aver realizzato il sogno di tutti di volare. La sua prima pilotato gli aerei quando si è unito l'esercito svizzero a 18 anni, e rapidamente progredita fino a pilotare i caccia supersonici. Egli ora vola aerei di linea, ma dedica il suo tempo libero ad inseguire il suo sogno del volo a motore - senza l'uso di un aereo. Utilizzo di un ala legato al suo corpo, Yves manzi con adeguamenti microscopico del suo corpo. La cosa che lo differenzia è che lui non si limita a scivolare: il suo corpo è la fusoliera, che gli permette di volare in alto e in formazione con altri velivoli. Anche il più piccolo errore si tradurrebbe in un disastro. Stan Lee invia Daniel Browning Smith in Svizzera per studiare come Yves compie questa impresa e se lui è la prima persona al mondo a farlo.

STREAMING



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Stan Lee's Superhumans 07

Stan Lee's Superhumans 07


Spiderman, X.men: chi non ha sognato anche solo una volta nella vita di essere al loro posto, di poter contare su qualche straordinario superpotere? Lo sa bene Stan Lee, la mente geniale dietro gli eroi della Marvel e film di successo capaci di ipnotizzare milioni di spettatori. E’ sua infatti la produzione di questo inusuale e curioso documentario in più puntate dedicato a gente fuori dal comune. Uomini che dicono di possedere poteri straordinari. A cercarli e mostrarceli sarà Daniel Browing-Smith, il vero elastic man.A quanto pare il nostro simpatico conduttore ha incontrato un uomo che afferma di poter volare e un altro che si dice immune all’elettricità. E questo è solo l’inizio!

Stan Lee's Superhumans 07

In questo episodio vedremo :

G-Force
Poe è stato Greg nato con la capacità di sopportare la maggior quantità di G-Force sulla terra? Greg è nato a Boise, Idaho. Ha conseguito il brevetto di pilota nella sua adolescenza e iniziò subito dopo l'acrobazia. Ora è uno degli istruttori di spin più rispettati al mondo. Greg ha lavorato come pilota collaudatore per i costruttori di aeromobili, e ha volato il più veloce aereo del mondo. piloti sono addestrati a resistere a 9 Gs, ma per questo hanno bisogno di tute speciali che impediscono al sangue di essere costretti dal loro cervello e causare perdita di coscienza. Greg Daniel prende su un volo supersonico da brivido di provare 3 o 4 G di forza. Ma Greg afferma di poter prendere un incredibile 12 Gs, e Daniel indaga se questo è ancora possibile.

Jaws of Steel
Haini Salim, di 25 anni, algerino, è stato soprannominato "l'uomo che mangia di tutto." I suoi incredibili gesta gastronomiche comprendono masticando la sua strada attraverso le candele, plastica, luci di striscia, segatura, chiodi e giornali. Salim primo scoprì la sua capacità di mangiare qualsiasi cosa, come un adolescente, mentre il digiuno durante il mese sacro del Ramadan. Cominciò a mangiare tutto quello che poteva mettere le mani su per la prima colazione. Salim divenne ben presto una celebrità locale in Algeria ed è stato invitato a matrimoni e feste modo che tutti potessero testimoniare il suo insaziabile appetito per il bizzarro.

Human Stun Gun
Dopo essere stato tenuto sotto tiro quando era al liceo, Tom Cameron, alias il "Human Stun Gun," ha deciso di trovare un modo non convenzionale di rivincita. Con l'apprendimento delle arti marziali orientali e la meditazione, Tom imparò a sfruttare la forza interiore della vita, o chi. Chi è un potere mistico che va contro le leggi della scienza occidentale, concentrandosi sui punti di pressione del corpo. Tom ora afferma di essere in grado di fornire un tocco di morte, battendo un uomo fuori a freddo con un solo colpo gentile. E 'docente di questa antica forma d'arte per gli studenti. Pushing credibilità al massimo, Daniel indaga se Tom può davvero battere un uomo a terra senza alcun contatto fisico.

Super Memory
Ron White si definisce "un atleta del cervello". Ma non è il tuo padrone di memoria media, nonostante guadagnandosi il titolo di Campione degli Stati Uniti di memoria. Questo veterano della Marina è stato un alto abbandono scolastico fino a che ha scoperto il suo incredibile talento. Nel 1992, Ron iscritti in una classe di memoria e ho notato che non solo ha una passione per questa abilità, ma che poteva anche battere tutti in classe. Da allora si è allenato fino a sei ore al giorno per trasformare il suo cervello in un supercomputer, in grado di memorizzare e richiamare i dati a velocità record. Ron dice che la chiave della sua formazione è quella di essere distratti mentre le cose memorizzazione, questo dà la sua attenzione incredibile cervello. Ad esempio, per diventare il campione americano di memoria ha memorizzato le schede durante lo snorkeling, e recentemente è stato memorizzare le carte facendo jogging. Egli ha anche formato mentre a giochi Baseball Major League. Ron Attualmente insegna tecniche di memoria a persone di tutto il Sates Uniti, ma ancora non ha incontrato nessuno che si avvicina alla sua abilità. In occasione di conferenze, riesce a imparare i nomi di tutti in mezzo al pubblico che ha stretto la mano a-fino a 200 persone. Ron prossima sfida è quella di battere il record mondiale per la maggior parte dei mazzi di carte memorizzati: un incredibile 60 pacchi, mescolate a caso, che può solo guardare in una sola volta.

STREAMING


GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Stan Lee's Superhumans 06

Stan Lee's Superhumans 06


Spiderman, X.men: chi non ha sognato anche solo una volta nella vita di essere al loro posto, di poter contare su qualche straordinario superpotere? Lo sa bene Stan Lee, la mente geniale dietro gli eroi della Marvel e film di successo capaci di ipnotizzare milioni di spettatori. E’ sua infatti la produzione di questo inusuale e curioso documentario in più puntate dedicato a gente fuori dal comune. Uomini che dicono di possedere poteri straordinari. A cercarli e mostrarceli sarà Daniel Browing-Smith, il vero elastic man.A quanto pare il nostro simpatico conduttore ha incontrato un uomo che afferma di poter volare e un altro che si dice immune all’elettricità. E questo è solo l’inizio!

Stan Lee's Superhumans 06

In questo episodio vedremo :
Modern Samurai
Isao Machii del Giappone è un samurai di vita reale di oggi che ha iniziato ad allenarsi spada incredibile quando era un bambino. Hee è stato insegnato da un vecchio maestro a partire dall'età di 5 e ora è laureato a diventare il preside di una scuola di samurai. Isao Machii abilità di spada si sono così accurate che afferma di poter tagliare un piccolo pellet a metà quando sparato da una pistola BB. Tutto questo avviene a tale azione una velocità incredibile che è quasi impossibile per l'occhio umano a registrarsi. Al fine di catturare questa sbalorditiva impresa sullo schermo, Daniel utilizza una delle fotocamere più sofisticate al mondo ad alta velocità per l'analisi al rallentatore.

The Human Bee Hive
Dr. Norman Gary ha una capacità molto particolare: Egli può controllare un intero sciame di centinaia di migliaia di api. Per dimostrare questo, Norman citazione uno sciame di api per coprire il suo corpo come un abito di vita. Se solo una puntura d'ape lui, si attiverà un stinging frenesia che potrebbe essere fatale. Norman era un professore di etimologia in California per 32 anni. Durante quel periodo, è diventato ciò che ha descritto come un "wrangler ape" e ha usato la sua abilità nel mondo dello spettacolo: le api di formazione ad esibirsi in scene d'azione in film, spettacoli televisivi e spot pubblicitari.

Extreme Escape
Da quando a leggere su Houdini all'età di 14 anni, Steve Santini è stato affascinato da Escapology e di come la mente umana reagisce di fronte al pericolo estremo. Steve ha seguito le orme di Houdini mettendosi in pericolo, con tentativi di fuga vera e propria - non illusioni. La maggior parte delle persone sarebbe paralizzata dalla paura di fronte a tale pericolo. Steve può veramente dimostrare il corpo destrezza ed ultimo controllo necessari per sfuggire a queste situazioni di pericolo di vita sano e salvo?

Crash Test Dummy
Come un manichino umano crash test, Rusty Haight mette la sua vita in prima linea ed è stato in più di 1000 incidenti stradali. Statisticamente, Rusty dovrebbe essere in una sedia a rotelle. Mentre lavorava come investigatore crash di polizia, Rusty si rese conto che molti agenti delle forze dell'ordine hanno a che fare con i gravi incidenti stradali, senza alcuna formazione precedente. Così ha iniziato a insegnare i metodi che aveva raccolto da anni di studi crash. Tuttavia, ben presto sentì che, per funzionari di polizia per imparare veramente come rispondere a queste situazioni di stress, avrebbe necessità di ricreare scenari di vita reale crash durante l'allenamento. Per raggiungere questo obiettivo, Rusty ha iniziato schiantarsi stesso automobili e presto guadagnato una reputazione come l'uomo che volentieri si blocca auto a tutta velocità per una vita. 

STREAMING 



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

martedì 23 agosto 2011

Massacro in Norvegia : Nella Mente del Killer

Massacro in Norvegia : Nella Mente del Killer


22 luglio, Oslo: un'autobomba in pieno centro, nel cuore della capitale norvegese vicino ad alcuni uffici governativi, poi una sparatoria contro un raduno di giovani laburisti nell'isolotto di Utoya. Due attacchi che hanno trasformato la città in una zona di guerra e hanno provocato una strage nazionale. L’autore del peggior massacro mai registrato nei tempi moderni è ANDERS BEHRING BREIVIK.
Chi è Anders Behring Breivik e cosa l’ha spinto ad agire? Il documentario esamina la sua mente criminale e i motivi che l’hanno spinto ad organizzare e pianificare la strage. Grazie agli interventi dei massimi esperti in psicologia criminale e terrorismo internazionale, lo speciale ricostruisce ora per ora la giornata vissuta da Breivik, analizzandola dal momento del posizionamento dell’ordigno in centro a Oslo fino al massacro sull’isola di Utoya.
“MASSACRO IN NORVEGIA: NELLA MENTE DEL KILLER” contiene, inoltre, filmati inediti dell’attacco dinamitardo e scene riprese sull’Isola di Utoya prima della sparatoria con commenti dei testimoni oculari sopravvissuti mai apparsi in tv. Interviste esclusive a Nicolai Schei, testimone del massacro sull’isola, e a Bjorn Kasper Ilaug, che ha salvato alcuni ragazzi durante la sparatoria recuperandoli in acqua con la sua barca.
Intervengono inoltre: Arild Tangen, il tassista che per ultimo ha parlato con Anders portandolo a casa il giorno prima dell’attentato; Vegard Groslie Wennesland, che si è nascosto in una cabina mentre il killer sparava sui suoi colleghi; Samuels Muyizzi, sopravvissuto arrampicandosi su un albero del bosco dell’isola; Bjojrn Arneson, il primo vigile del fuoco accorso in centro ad Oslo dopo l’esplosione; Marius Arnesen, che ha filmato Brivik mentre uccideva i ragazzi.
Tra gli esperti che intervengono nel documentario: il criminologo David Wilson dell’Università di Birmingham; Katherine Newman dell’Università di Princeton, una dei maggiori esperti di stragi e uccisioni di massa che ha analizzato e studiato anche il caso Columbine; Matthew Feldman, docente di storia e autore di saggi sulla destra estrema; Matthew Goodman dell’Università di Nottingham, autorevole voce sulle frange terroristiche britanniche ed europee di estrema destra; Charles Shoebridge, esperto di armi e il professor Jeremy Coid, psichiatra forense della Queen Mary’s University di Londra esperto di psicopatie nelle menti criminali.

INFOWEB
Anders Behring Breivik (pronuncia norvegese [ˈandəʂ ˈbeːriŋ ˈbræɪviːk]; Oslo, 13 febbraio 1979) è un terrorista norvegese, conosciuto per essere stato l'autore degli attentati del 22 luglio 2011 in Norvegia.
Breivik si dichiara un anti-multiculturalista, anti-marxista, anti-islamista e fondamentalista cristiano, con ideologie di estrema destra, come da lui stesso affermato nel suo memoriale 2083 – Una dichiarazione europea d'indipendenza. In questo scritto, di 1518 pagine, Breivik si definisce "salvatore del Cristianesimo" e "il più grande difensore della cultura conservatrice in Europa dal 1950". Cristiano protestante, antipapista, sempre nel suo memoriale, Breivik confidava in una rivoluzione guidata dai Cavalieri templari. Breivik si definisce membro della Massoneria, ma la sua loggia ha affermato di avere solo contatti minimi con lui. Il Gran Maestro dell'Ordine norvegese dei massoni ha immediatamente espulso Breivik dall'ordine, subito dopo il suo arresto. Secondo le indagini Breivik ha collaborato in passato con un gruppo inglese di estrema destra, l'English Defence League (Edl), che ammirava "per come era riuscito a provocare reazioni estreme da parte di gruppi musulmani e di estrema sinistra e prospettava di fondare un gruppo simile in Norvegia". Breivik ha affermato che il motivo che lo ha spinto a compiere una simile strage è stato quello di mandare un "messaggio forte al popolo, per fermare i danni del partito laburista" e per fermare "una decostruzione della cultura norvegese per via dell'immigrazione in massa dei musulmani". Ha poi aggiunto: "Ho dovuto salvare la Norvegia e l'Europa occidentale da un insediamento musulmano. Volevo che questa strage fosse un simbolo per il popolo. Il partito laburista ha tradito il Paese e la sua gente e per questo hanno dovuto pagare". In seguito, ha affermato di aver voluto colpire anche il papa e l'Italia, soffermandosi inoltre a precisare il fatto che in questo paese fossero attualmente presenti circa "60 000 patrioti pronti alla battaglia". Dopo ore di interrogatorio ha affermato di non aver agito da solo. Due cellule della sua organizzazione lo avrebbero aiutato con la bomba.Recentemente, la polizia norvegese ha ipotizzato che Breivik abbia avuto legami con elementi estremisti del suo stesso stampo presenti nel Regno Unito e in Polonia.
Dalle indagini in corso ad Oslo, è emerso che il terrorista potrebbe aver filmato il corso dell'intera strage. Alcuni indizi come il fatto che Breivik abbia comprato una videocamera pochi giorni prima degli attentati e un suo annuncio sul web hanno indotto gli inquirenti a pensare che la dinamica della sparatoria sia stata ripresa per poi spedire il video ad alcune emittenti nella speranza che lo pubblicassero. Attualmente la polizia norvegese sta cercando la presunta videocamera ad Utoya.

STREAMING

venerdì 19 agosto 2011

Swords : Pesca In Alto Mare -S01- EPISODIO 8

Swords : Pesca In Alto Mare EPISODIO 8


Ep.8 - La stagione del pesce spada termina e la Big Eye si arrischia con un'ultima battuta. Intanto la Eagle Eye II cerca in tutti i modi di riempire la stiva di pesci spada.

STREAMING



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Swords : Pesca In Alto Mare -S01- EPISODIO 7

Swords : Pesca In Alto Mare EPISODIO 7


Ep.7 - La Big Eye salpa col mare in tempesta mentre l'equipaggio della Eagle Eye II e' spossato. L'anniversario della tempesta perfetta riporta alla mente ricordi dolorosi per la Sea Hawk.

STREAMING



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Swords : Pesca In Alto Mare -S01- EPISODIO 6

Swords : Pesca In Alto Mare EPISODIO 6


Ep.6 - La Eagle Eye II deve affrontare mare grosso e guasti e l'equipaggio e' stremato. Inoltre, nel mezzo della notte un'onda di nove metri colpisce la Frances Anne.

STREAMING





GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

mercoledì 17 agosto 2011

Madoff : La Truffa Del Secolo

Madoff : La Truffa Del Secolo

Era uno dei piu' noti finanzieri di New York, ma nel 2008 il castello su cui aveva costruito la sua fortuna e' crollato. E nel 2009 per Bernard Madoff e' arrivato il conto: 150 anni di carcere.

INFOWEB

Bernard Madoff (New York, 29 aprile 1938) è un imprenditore statunitense, accusato di una delle più grandi frodi finanziarie di tutti i tempi.

Note biografiche
Madoff è nato a New York da una famiglia di origine ebraica ed è sposato con Ruth Madoff.Era molto conosciuto e stimato nella comunità. Lo dimostrano le numerose cariche nelle più importanti istituzioni culturali della città. Era consigliere della Sy Syms School of Business della Yeshiva University, del New York City Center e membro del Cultural Institutions Group. È stato anche presidente del NASDAQ, il listino dei titoli tecnologici statunitensi.

Attività imprenditoriale
Ha iniziato la sua attività come broker negli anni sessanta reinvestendo gli utili della sua attività di bagnino a Long Island.
Man mano che la sua impresa, la Bernard Madoff Investment Securities, cresceva di dimensioni, ha portato a lavorare con sé molti dei suoi familiari, a partire dal fratello Peter e dai figli Mark e Andrew. La sua reputazione personale, specialmente tra la comunità ebraica, era così forte da essere stato soprannominato Jewish Bond (Obbligazione ebraica) per la sua sicurezza e stabilità.

Scoperta della truffa
L'11 dicembre 2008 Madoff è stato arrestato dagli agenti federali che lo hanno accusato di aver truffato i suoi clienti causando un ammanco pari a circa 50 miliardi di dollari.La sua società si è infatti rivelata come un gigantesco schema di Ponzi.
Tale sistema deve il suo nome a un italiano immigrato che agli inizi del '900 per primo lo mise in atto su grande scala, e consisteva nel promettere agli investitori (vittime) alti guadagni pagando gli interessi maturati dai vecchi investitori con i soldi dei nuovi investitori. Rispetto agli altri hedge fund Madoff non vantava profitti del 20~30% ma si attestava su un più ragionevole rendimento del 10% annuo che però rimaneva costante a prescindere dall'andamento del mercato.La truffa consisteva nel fatto che Madoff versava l'ammontare degli interessi pagandoli con il capitale dei nuovi clienti. Il sistema è saltato nel momento in cui i rimborsi richiesti superarono i nuovi investimenti. L'inganno è stato smascherato in quanto nell'ultimo periodo le richieste di disinvestimento avevano raggiunto una cifra, circa 7 miliardi di dollari, che Madoff non è stato in grado di onorare con le risorse finanziarie disponibili.
La dimensione della truffa messa in piedi da Madoff è almeno tre volte più grande dell'ammanco causato dal crac Parmalat.

I dubbi delle autorità di controllo
Il caso Madoff rappresenta l'ennesimo caso in cui le autorità di controllo hanno completamente fallito nella loro funzione. La SEC ha nel corso degli anni effettuato diverse verifiche, già a partire dal 1992, presso la Bernard Madoff Investement Securities senza rilevare gravi violazioni.Addirittura nel dicembre del 2008 era stato segnalato che nonostante Madoff gestisse circa 17 miliardi di dollari per conto dei suoi clienti solamente 1 miliardo era investito in azioni.
Anche i concorrenti e gli altri analisti avevano nel tempo espresso dubbi sulle incredibili performance di Madoff come ad esempio Harry Markopolos che nel 1999 e nel 2005 dopo essere arrivato alla conclusione che i risultati di Madoff erano tecnicamente molto sospetti se non impossibili denunciò la cosa alle autorità di controllo.

Le ripercussioni della truffa
I clienti di Madoff erano perlopiù grandi istituti finanziari e investitori istituzionali, sui quali sono ricadute le conseguenze della truffa. Diverse banche in tutto il mondo hanno dichiarato di essere esposte verso il fondo di Madoff sia direttamente, sia attraverso fondi da loro gestiti. Tra le italiane si segnala Unicredit per 75 milioni di euro e il Banco Popolare per 8 milioni.Più gravi invece le ricadute per altri istituti europei come Royal Bank of Scotland esposta per circa 445 milioni di euro, la spagnola Bbva per circa 300 milioni di euro e la francese Natixis con perdite pari a 450 milioni di euro.L'importo più consistente ad oggi sembra essere quello del gruppo britannico HSBC esposto per circa un miliardo di dollari e della società di gestione Fairfield Greenwich Group che ha investito nel fondo di Madoff oltre metà del suo patrimonio per una cifra di 7,5 miliardi di dollari.
Sembra che anche alcuni importanti personaggi del mondo degli affari o dello spettacolo abbiano investito cifre più o meno ingenti con Madoff, direttamente o tramite fondazioni a loro riconducibili. Ad esempio, la Wunderkinder Fundation di Steven Spielberg potrebbe aver perso una buona parte del suo capitale; stessa sorte sarebbe toccata al magnate dell'editoria Mortimer Zuckerman, al premio Nobel Elie Wiesel e all'attore John Malkovich. Il 29 giugno 2009 Madoff è stato condannato a 150 anni di carcere per i reati commessi.

Malattia
Nel mese di agosto 2009 viene rivelato dal New York Post che Bernand Madoff avrebbe un cancro, e che la malattia lo consumerebbe lasciandogli pochi mesi di vita e che per questa ragione si sarebbe dichiarato durante il procedimento come unico responsabile della truffa. Tramite una nota pubblicata in seguito dal Wall Street Journal online, però il Bureau of Federal Prison ha smentito la malattia.
Il 24 dicembre del 2009 comunque Madoff è stato ricoverato in ospedale dalla prigione in cui era recluso, ufficialmente per motivi di vertigini e pressione alta. L'11 dicembre 2010 suo figlio Mark è stato trovato morto, probabilmente suicida, a Manhattan.

STREAMING

martedì 16 agosto 2011

La Febbre Dell'Oro EPISODIO 2

La Febbre Dell'Oro : Oro, armi e orsi


Ep.2 'Oro, armi e orsi' - La posta in gioco si alza a Porcupine Creek, dove i minatori cercano di ricostruire la citta' fantasma. Ma gli orsi locali non sono molto entusiasti dei nuovi arrivati...

STREAMING



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Ross Kemp Pianeta Criminale : Congo

Ross Kemp Pianeta Criminale : Congo


Ross Kemp vola in africa , per dare uno sguardo piu' profondo alla guerra decennale tra la milizia gongolese e hutu , le cui ferocia è costata piu' di sei milioni di vite finora.

INFOWEB

Il conflitto dell'Ituri è un conflitto tra le etnie Lendu, agricoltori, e Hema, pastori, nel distretto dell'Ituri nel nord-est della Repubblica Democratica del Congo. Il conflitto ha avuto molteplici fasi, ma i contrasti armati più recenti sono avvenuti tra 1999 e 2003, con un conflitto di bassa intensità che si è protratto fino al 2007. Il conflitto è stato profondamente complicato dalla presenza di numerosi gruppi armati che hanno partecipato alla Seconda Guerra del Congo, dall'alto numero di armi di piccolo taglio nella regione, dalla corsa ad accaparrarsi le abbondanti risorse naturali dell'area, e dalle tensioni etniche nelle regioni circostanti. L'etnia Lendu è stata prevalentemente rappresentata dal Fronte Nazionalista e Integrazionista (FNI), mentre l'Unione dei Patrioti Congolesi (UPC) reclamava di combattere a nome degli Hema. Più di 50.000 persone sono state uccise nel conflitto, e centinaia di migliaia hanno lasciato le proprie case.
La crescente intensità della violenza è anche il risultato di un "prestito" dell'ideologia etnica dall'opposizione Hutu-Tutsi. Secondo Human Rights Watch, i Lendu hanno iniziato a pensarsi simili agli Hutu, e gli Hema ad identificarsi con i Tutsi. Benché vi siano scarse basi per queste nuove costruzioni identitarie, ciò ha largamente aumentato la posta in gioco immateriale del conflitto.

Conseguenze
L'11 ottobre 2006, come parte dell'accordo che avrebbe portato al rilascio dei soldati nepalesi e in seguito ad un decreto ministeriale sottoscritto il 2 ottobre, il Ministero della Difesa congolese Adolphe Onusumba ha annunciato che il leader dello FNI Peter Karim ed il leader del MRC Martin Ngudjolon erano entrambi stati nominati colonnelli dell'esercito congolese, ed erano divenuti comandanti di 3.000 truppe ciascuno.
Il conflitto ha anche visto il rapimento e la schiavizzazione di cittadini da parte delle truppe armate. Il 16 ottobre 2006, Human Rights Watch ha affermato che il governo del Congo avrebbe dovuto investigare e processare membri dell'esercito congolese che avevano partecipato al rapimento di civili e alla loro costrizione al lavoro forzato. La locazione successiva dei 9 civili rapiti il 17 settembre e i 20 civili rapiti l'11 agosto rimane tuttora sconosciuta.
Il 30 ottobre un ufficiale, sospettato di essere ubriaco, sparò e uccise due ufficiali nel paese di Fataki, e la cosa esplose in una rivolta. Fu condannato a morte il giorno dopo.Il 24 novembre, un procuratore militare congolese annunciò che a Bavi, nell'Ituri, erano state scoperte tre fosse comuni contenenti i cadaveri di circa 30 persone. Il comandante del battaglione di stanza nel paese ed un capitano col dovere di mantenere l'ordine furono arrestati.
Nel novembre 2006 il Fronte Patriottico per la Resistenza nell'Ituri, l'ultima delle tre milizie coinvolte nel conflitto, accettò un patto con il quale 5.000 combattenti s'impegnavano a liberare centinaia di bambini-soldato e a lasciare le proprie armi in cambio di una totale amnistia. I membri della milizia saranno integrati nell'esercito nazionale e i loro capi resi ufficiali sulla scia delle elezioni generali avallate dal governo di Joseph Kabila.Lo FNI divenne l'ultima milizia a cominciare il disarmo nell'aprile 2007, sebbene il disarmo e la demobilitazione continuarono fino a tutto maggio.

STREAMING



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

sabato 13 agosto 2011

Ross Kemp Pianeta Criminale

Ross Kemp Pianeta Criminale


Ross Kemp, attore e reporter britannico, ci mostrerà come le organizzazioni criminali internazionali, terroristi e network criminali locali hanno creato alleanze che stanno distruggendo le vite di milioni di persone in tutto il mondo attraverso spaccio di stupefacenti, terrorismo e omicidi.
In quattro episodi, seguiamo Ross in Messico, Congo, Pakistan e negli USA alla scoperta delle devastanti realtà a capo di queste attività criminali.

EPISODI :

1 - Messico CLICCA QUI
2 - Congo CLICCA QUI 
3 - Haiti CLICCA QUI 
4 - Chicago CLICCA QUI

Ross Kemp Pianeta Criminale : Messico

Ross Kemp Pianeta Criminale : Messico


Ross viaggia nella città di Juarez in Messico lacerata dalla guerra , dove i cartelli della droga lotta per la proprietà delle rotte di contrabbando negli Stati Uniti con un valore di $ 40 miliardi.

INFOWEB

Il cartello di Juárez è un cartello di narcotrafficanti messicani guidato fino al luglio del 1997 da Amado Carrillo Fuentes, anno in cui morì misteriosamente.
Questo gruppo è legato ai Rodriguez-Orejuela (cartello di Cali) e attraverso forme di parentela ai fratelli Ochoa (cartello di Medellín). Per anni, il cartello di Juárez ha trasportato droga negli Usa per conto dei narcos, anche attraverso l'uso di aeromobili. Nel 1989 alcuni corrieri di questo cartello vennero arrestati dalla DEA che, in quella circostanza, sequestrò a Sylmar (California) 21 tonnellate di cocaina per un valore di circa 12 milioni di dollari.

Ciudad Juarez una volta chiamata El Paso del Norte, la città di 1,4 milioni di abitanti, situata di fronte a El Paso (Texas) , ha registrato nel 2008 «130 omicidi ogni centomila abitanti» è stata definita “la città più pericolosa del mondo”, davanti a Caracas, con 96, e New Orleans, con 95, stando al rapporto del Ccsp, organizzazione che raccoglie rappresentanti di diverse associazioni, soprattutto nel campo della difesa delle vittime di delitti. Un'altra città messicana arriva in quarta posizione: Tijuana, anch'essa alla frontiera americana, di fronte a San Diego (California), con «73 omicidi ogni centomila abitanti». .
Questa vera e propria guerra ha fatto in Messico più di diecimila morti dal primo gennaio 2008, nonostante lo spiegamento di 36 mila soldati e agenti di polizia. Le guardie, il muro, le pattuglie e i checkpoint cercano di controllare il “movimiento”della droga attraverso la frontiera. Il confine . lungo 16000 Km e largo 160, non appartiene a nessuno e si chiama Amexica. Oggi questa striscia è un campo di battaglia , affascinante e irresistibile , crudele e terrificante. Secondo la Dea ( Drug enforcement administration) il 90% della droga che entra negli Stati Uniti appartiene ai cartelli messicani. La corruzione è sugli opposti fronti. Infatti entrano negli USA, tonnellate di cocaina, principale prodotto d’importazione ed escono verso il Messico, decine, centinaia di casse di armi di ogni tipo. A luglio del 2008, l’ex presidente degli Stati Uniti George Bush, aveva avviato il piano Merida , grazie al quale il Messico, aveva ricevuto un miliardo e 400 milioni di dollari per intensificare la sua offensiva contro il narcotraffico. Alcuni cartelli, erano più potenti dello Stato, della polizia locale e dell’autorità.

STREAMING


GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Swords : Pesca In Alto Mare -S01- EPISODIO 5

Swords : Pesca In Alto Mare EPISODIO 5


Ep.5-Quando la Sea Hawk va in porto a scaricare il pescato un marinaio abbandona. Il viaggio della Eagle Eye II è prolungato di 2 settimane e l'equipaggio ha nostalgia di casa.

STREAMING



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Swords : Pesca In Alto Mare -S01- EPISODIO 4

Swords : Pesca In Alto Mare EPISODIO 4


Ep.4 - La Eagle Eye II e' colpita dal cattivo tempo. La Frances Anne e' alla ricerca di un altro membro dell'equipaggio e un'onda anomala rischia di buttare in mare un uomo della Sea Hawk.

STREAMING



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Swords : Pesca In Alto Mare -S01- EPISODIO 3

Swords : Pesca In Alto Mare EPISODIO 3


Ep.3 - La Eagle Eye II si imbatte in squali, c'e' un malinteso tra la Sea Hawk e la Big Eye e un incidente a bordo della Frances Anne potrebbe costare migliaia di dollari.

STREAMING



GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

venerdì 12 agosto 2011

Orozco El Embalsamador

Orozco El Embalsamador


Lo shockdocumentary che era stato etichettato come impossibile da andare invendita nel lontano 1999 , a causa dei filmati scioccanti di imbalsamazione che hanno causato molte polemiche, 'EL OROZCO EMBALSAMADOR' esce finalmente in DVD il 1 ° ottobre 2005 in una edizione completa contenente filmati mai visti.
Il lavoro dell'imbalsamatore in uno dei luoghi piu' violenti della terra: Bogota in Colombia. Il fotografo Tsurisaki Kiyotaka, conosciuto come 'El Cartucho', incontra l'esperto imbalsamatore Froilan Orozco e ne nasce un documentario davvero feroce e visivamente impressionante su uno dei lavori piu' sanguinosi che esistano in terra colombiana. 


INFOWEB
L'imbalsamazione è un insieme di tecniche volte a preservare un cadavere o un corpo animale (tassidermia) dalla decomposizione.

Storia antica
La civiltà degli Antichi Egizi fu la prima in cui le tecniche di imbalsamazione si svilupparono in modo notevole. Gli Egizi ritenevano che la conservazione della salma potesse consentire allo spirito del defunto di riappropriarsene (e quindi resuscitare) in tempi successivi. La pratica era diffusa anche presso gli Inca e presso altre popolazioni del Perù, in aree climaticamente favorevoli ad operazioni di contrasto della decomposizione. I primi esempi di cadaveri che conservano parti non ossee provengono infatti da sepolture in ambienti poco adatti alla decomposizione come deserti o zone molto fredde. Nella civiltà occidentale l'imbalsamazione fu utilizzata soprattutto per soldati e guerrieri di rango defunti lontano da casa ed i cui corpi si intendeva preservare per celebrarne le esequie nella madrepatria. I termini imbalsamazione e mummificazione indicano procedimenti analoghi. L'imbalsamazione (dal latino in balsamum significa "mettere nel balsamo", cioè in una mistura di resine; il processo di mummificazione era molto simile: i corpi venivano trattati con unguenti, oli e resine poi avvolti in strati di tessuto anch'essi impregnati di resine. Una delle sostanze utilizzate nell'Antico Egitto per l'imbalsamazione era il natron (carbonato decaidrato di sodio) importante per le sue proprietà. Questa sostanza veniva raccolta sulle rive del Nilo nelle pozze d'acqua che residuavano dopo le piene ed evaporavano successivamente sotto l'azione del sole. Si ipotizza che a dare inizio alle tecniche di imbalsamazione in Egitto sia stata la constatazione che i cadaveri abbandonati nella sabbia calda del deserto si disidratavano, diventando meno sensibili alla putrefazione.

L'imbalsamazione moderna
Oggigiorno, l'imbalsamazione è destinata soprattutto alla preservazione di animali morti (trofei di caccia o animali ornamentali, ad esempio i fenicotteri, che furono di gran moda in Italia negli anni trenta, impagliati o proprio imbalsamati). In questo contesto essa viene anche detta tassidermia (dal greco: "mettere in ordine" + "la pelle"), in quanto lo scopo è soprattutto quello di conservare pellicce o piumaggio dell'animale morto. Non mancano comunque ancor oggi applicazioni per la conservazione di cadaveri umani. Ad esempio, nella laica Unione Sovietica la salma di Lenin è stata imbalsamata. La moderna imbalsamazione si giova della scoperta della formaldeide, ad opera del chimico August Wilhelm von Hofmann (1867). Questa sostanza, poi evoluta nella formalina, soppiantò l'allora usato arsenico.
Dopo l'immersione in liquidi battericidi, alcune sostanze derivate dalla originaria formaldeide vengono immesse nel cadavere con appositi macchinari, che ne riempiono l'intero sistema vascolare e parte di quello linfatico. Per prevenire il rigor mortis, i tendini degli arti vengono recisi. Le palpebre vengono cucite così che l'occhio resti chiuso (in talune tecniche l'occhio viene asportato e sostituito da globi metallici). Anche la bocca viene cucita per le labbra, ma solo al termine dell'otturazione di tutte le aperture del corpo con ovatta medicata. Tutte le chiusure sono poi sigillate, oggi con derivati siliconici, per prevenire la fuoriuscita di liquidi.
L'imbalsamazione, umana o animale, è vietata da talune legislazioni anche occidentali, come nel caso dell'Olanda.

STREAMING

A CAUSA DEI CONTENUTI MOLTO CRUDI NON VERRA' MESSO IL LINK STREAMING DEL TRAILER

giovedì 11 agosto 2011

Pedofilia , Cosa Sapeva Il Papa?

Pedofilia , Cosa Sapeva Il Papa?


A poco più di un mese dallo storico viaggio del Papa in Inghilterra, Current mostra in anteprima assoluta per l'Italia: Pedofilia, cosa sapeva il Papa?, controverso documentario targato BBC che la televisione pubblica inglese ha trasmesso, per la prima volta, proprio durante i giorni della visita di Benedetto XVI nel Regno Unito.
Realizzato dal pluri-premiato giornalista Fergal Keane, il reportage raccoglie testimonianze dirette di vittime di abusi sessuali da parte di preti pedofili per capire davvero: cosa sapeva il cardinale Ratzinger? Quanti abusi potevano essere evitati? Come si può risarcisce un'infanzia violata?
Sinossi. La Chiesa cattolica sta affrontando uno dei maggiori scandali della sua storia recente: decenni di abusi sessuali sui bambini da parte di alcuni dei propri preti. Papa Benedetto XVI ha porto le scuse a nome della Chiesa cattolica alle vittime dei preti pedofili negli Stati Uniti e in Irlanda e, lo scorso giugno, ha invocato anche il perdono di Dio.
Ma che cosa emerge dal passato di Joseph Ratzinger quando si occupò di alcuni casi di pedofilia in qualità di altissimo prelato vaticano e prima ancora, trent’anni fa, come Arcivescovo di Monaco?
Il pluripremiato reporter BBC Fergal Keane si reca in Germania per esaminare il caso di Padre Hullerman, che abusò di alcuni ragazzi alla fine degli anni ’70. Un caso che fu trattato dai funzionari del Cardinale Ratzinger quando era Arcivescovo di Monaco. Anziché venire rimosso dall’incarico o denunciato alla polizia, Hullerman fu asseganto a cinque giorni di terapia prima di essere trasferito ad una nuova parrocchia, dove continuò a perpetrare ulteriori abusi sessuali. Il Cardinale Ratzinger, che partecipò alla decisione di sottoporre il prete alla terapia, era a conoscenza delle attività pedofile di Hullerman?
L’inchiesta indaga su altri due casi, avvenuti negli Stati Uniti. Il primo, del 1980, riguardò Padre Stephen Kiesle, in California. Ci vollero sei anni prima che la Congregazione per la Dottrina della Fede, di cui il cardinale Ratzinger era prefetto, sospendesse il prete pedofilo dall’ufficio sacerdotale, mentre il vescovo locale ne aveva chiesto l'allontanamento sin dall'inizio della vicenda. Per il caso di un altro prete pedofilo servì ancora più tempo. Solo dopo sette anni e mezzo Padre Michael Teta, in Arizona, venne rimosso dal sacerdozio, malgrado fossero state inviate agli uffici del Cardinale Ratzinger le prove di un suo abuso su un ragazzino di 14 anni. WHAT THE POPE KNEW investiga sulle accuse che sono state mosse all’ex-cardinale Ratzinger per non aver affrontato con la necessaria prontezza e decisione la questione dei preti pedofili e per aver posto l’interesse della Chiesa cattolica davanti a quello delle vittime.

STREAMING

mercoledì 10 agosto 2011

The Vatican Insider : Il Denaro In Nome Di Dio

The Vatican Insider : Il Denaro In Nome Di Dio


Si tratta di una serie di docu-film dal respiro internazionale che si propongono di raccontare, attraverso una grammatica più cinematografica, la realtà della Chiesa cattolica in maniera esaustiva, chiara, indipendente. Senza pregiudizi e forzature.
Con IL DENARO IN NOME DI DIO, il 14 luglio - a circa 10 giorni dall'avvenuta pubblicazione del Bilancio Consuntivo Consolidato della Santa Sede , Current programma sul canale 130 Sky il primo episodio di The Vatican Insider. I successivi avranno seguito su un'eventuale futura base di emittenza. Un modo per dare appuntamento, nelle modalità che saranno comunicate a tempo debito, a tutti gli affezionati del canale e ai tanti che fin qui hanno sostenuto e reso possibile il progetto di Current.
La serie The Vatican Insider è scritta dalla giornalista Silvia Luzi con la regia di Luca Bellino (autori del controverso documentario su Chavez bloccato dalla Rai La Minaccia) e sviluppata grazie al contributo di Andrea Cairola, regista di Citizen Berlusconi. La colonna sonora originale di The Vatican Insider è composta, orchestrata e diretta da Andrea Morricone, figlio del Premio Oscar Ennio Morricone.
The Vatican Insider prende spunto dalla storia vera di un prete che oggi ha abbandonato il ministero e vuole rimanere nell'anonimato. La sua testimonianza, ricostruita attraverso l'intepretazione di un attore, si snoda in un memorandum indirizzato al suo superiore. Una lettera che come un rosario fatto di preghiere, esitazioni, conflitti e ubbie, snocciola una a una "le troppe azioni malavagie e contrarie alla fede perpretrate all'interno della Chiesa" di cui il prete dice di essere stato testimone.
Il memorandum è il grimaldello per entrare nel ventre dell'istituzione più antica del mondo e spiegare la storia, la struttura e i processi di quegli istituti, possedimenti e patrimoni che fanno parte dello Stato Vaticano. Si parla dunque di Propaganda Fide, IOR, 8 per mille, proprietà immobiliari della Santa Sede lontano dai toni delle polemiche, degli scandali e della denuncia ma attraverso il linguaggio più pacato e narrativo del docufilm. Un'autentica sfida per Current che esplora queste tematiche solitamente 'controverse' e considerate terreno fertile per il genere 'investigative', innestando il linguaggio cinematografico sulla quella base factual di documenti e fatti reali non ufficialmente autorizzati dalla Chiesa.
Alle parole scritte nella lettera del sacerdote si alternano le analisi e le testimonianze titolate di chi la "macchina vaticana" la conosce bene: il giornalista d'inchiesta e vaticanista Robert Mickens di The Tablet, il fiscalista Carlo Pontesilli, il teologo francese Fredric Lenoir, il segretario del Partito Radicale, Marco Staderini. Testimonianze rese in tre lingue (francese, inglese e italiano) che ben sottolineano il concetto di una Chiesa universale e patrimonio del mondo e che alternano attacchi e giustificazioni al suo operato. Ci sono punti oscuri nella condotta del Vaticano, questioni che non possono non essere poste e che in questo primo episodio, toccano il filo rosso che da secoli lega la materialità alla spiritualità, il denaro, il potere e la parola di Dio.
The Vatican Insider si propone di consegnare allo spettattore le nozioni giuste e corrette per poter riflettere e capire su quelle scelte a volte ambigue, su quei meccanismi viziati che fanno apparire "le regole di Dio calpestate dalle regole del governo degli uomini".
L'Apocalisse di Giovanni chiosa la prima puntata: "E' giunta l'ora della tua ira, il tempo di giudicare i morti, di dare la ricompensa ai tuoi servi, ai profeti e ai santi e a quanti temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di annientare coloro che distruggono la terra".

STREAMING

Swords : Pesca In Alto Mare -S01- EPISODIO 2

Swords : Pesca In Alto Mare EPISODIO 2


Ep.2 - Finalmente la Frances Anne puo' salpare. Intanto la Big Eye continua ad essere colpita dalla sfortuna e un incidente a bordo della Eagle Eye II la costringe a tornare in porto.

STREAMING
GUARDA GLI ALTRI EPISODI CLICCA QUI

Lascia un tuo commento!!!

Salve a tutti lo staff di Documentari-Italia vi invita a lasciare un vostro commento nei vari post !!!

Il blog siete anche voi !!!

Contiamo sulla vostra partecipazione , grazie lo staff :)